Aggiornato alle 18:58 del 20 novembre 2018

Wacc 2019/2021, l’Arera verso aumento rischio Paese e gearing

Il dco: lo spread porta il parametro Crp dall’1% all’1,39%. Il rapporto capitale debito/capitale proprio + capitale debito sale a 0,5 (0,444 per distribuzione e misura gas)

Come previsto, l’aumento dello spread incide sul parametro Crp relativo al rischio Paese che contribuisce a definire il Wacc per il 2019/2021. Anche se i dati sul gap tra i nostri titoli di Stato e quelli tedeschi presi in considerazione dall’Arera arrivano solo al 30 settembre 2018, quindi prima del balzo più consistente. 




 

Adiconsum: “Eviva, no a nuove socializzazioni in bolletta”

La messa in liquidazione di Eviva (QE 16/11) crea apprensione tra i clienti. Non solo quelli della società, che rischiano i più costosi servizi di ultima istanza

CALENDARIO EVENTI





TUTTI I DIRITTI RISERVATI. È VIETATA LA DIFFUSIONE E RIPRODUZIONE TOTALE O PARZIALE IN QUALUNQUE FORMATO.
Privacy policy (GDPR)
www.quotidianoenergia.it