Aggiornato alle 18:06 del 18 marzo 2019

LA STRATEGIA AL 2022

Eni spinge sulla decarbonizzazione ma il focus resta l’E&P

All’upstream dedicato il 77% dei 33 mld € di investimenti, output a 2,1 mln bep/g a fine piano. Sempre più Gnl (14 mln ton) e G&P (12 mln clienti). Nelle Fer 1,4 mld € per 1,6 GW

di Luca Tabasso

Eni preme l’acceleratore sulla transizione, ma senza ridurre l’impegno nel core business dell’upstream, al quale nel periodo 2019-2022 sarà destinato il 77% dei 33 miliardi di euro (era l’80% nella precedente strategia) che il gruppo investirà complessivamente (8 mld € nel 2019, di cui 2,3-2,4 mld € in Italia). Il 9% andrà invece ai settori decarbonizzazione, economia circolare e rinnovabili

 



 

CALENDARIO EVENTI





TUTTI I DIRITTI RISERVATI. È VIETATA LA DIFFUSIONE E RIPRODUZIONE TOTALE O PARZIALE IN QUALUNQUE FORMATO.
Privacy policy (GDPR)
www.quotidianoenergia.it