Aggiornato alle 22:09 del 9 agosto 2019

Borse elettriche Ue, si riduce il divario Francia-Germania

Il calo del differenziale non sembra però sostenuto da driver solidi. Prezzi giù in Italia in linea con il trend europeo. A cura di Energy Advisors

Febbraio inizia con un generale ripiegamento dei prezzi su tutti i mercati europei. Il base load scende sull’EPEX-France del 9,6% e del 9,8% sul Phelix, con quotazioni che tornano ad avvicinarsi, dopo l’accentuata divaricazione che ha segnato gli ultimi mesi. Al 9 gennaio avevamo 60,40 €/MWh a Parigi e 47,17 €/MWh a Lipsia: uno stacco di oltre 13 €/MWh, pari al 22%




 

CALENDARIO EVENTI





TUTTI I DIRITTI RISERVATI. È VIETATA LA DIFFUSIONE E RIPRODUZIONE TOTALE O PARZIALE IN QUALUNQUE FORMATO.
Privacy policy (GDPR)
www.quotidianoenergia.it