Aggiornato alle 19:53 del 16 settembre 2019

Raffinazione Italia, nel primo quadrimestre lavorazioni -9,5%

L’utilizzo degli impianti scende al 75,1%. In calo l’import di greggio dall’Arabia Saudita, su i volumi da Iraq, Algeria ed Egitto

Passo indietro nel primo quadrimestre per le lavorazioni delle raffinerie italiane. Secondo i dati provvisori pubblicati dall’Unione Petrolifera, infatti, si registra una flessione del 9,5% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, per un volume pari a 21,82 milioni di tonnellate. Mentre non risultano lavorazioni di olio di proprietà di committenti esteri, al netto di 1,8 mln ton di consumi e perdite la produzione è stata quindi di 20 mln ton. Con riferimento alle 87,2 mln ton/anno di capacità effettiva tecnico-bilanciata, l'utilizzo degli impianti (riferito all'olio e ai semilavorati di importazione) è stato pari al 75,1% dall’82,8% del 2018. 

 



 

CALENDARIO EVENTI





TUTTI I DIRITTI RISERVATI. È VIETATA LA DIFFUSIONE E RIPRODUZIONE TOTALE O PARZIALE IN QUALUNQUE FORMATO.
Privacy policy (GDPR)
www.quotidianoenergia.it