Aggiornato alle 18:58 del 17 settembre 2021

L’AUDIZIONE IN SENATO

L’Italia e “il paradosso della transizione”

Cingolani riflette sulle scelte del Paese – no a nucleare, vincoli a geotermia e rapporto Fer/paesaggio – mentre Francia e Germania avanzano su energia atomica e gas. Il nodo è politico, ma critica la Ue. Una via d’uscita possibile grazie a idro, Superbonus, offshore e repowering

di Alfredo Spalla

Dopo aver declinato la transizione nella sua versione “burocratica” e dopo averla definita “un bagno di sangue” e “non un pranzo di gala”, il ministro Cingolani ha coniato una nuova espressione 




 

CALENDARIO EVENTI





TUTTI I DIRITTI RISERVATI. È VIETATA LA DIFFUSIONE E RIPRODUZIONE TOTALE O PARZIALE IN QUALUNQUE FORMATO.
Privacy policy (GDPR)
www.quotidianoenergia.it