Aggiornato alle 18:20 del 17 ottobre 2018

Il ruolo dell’Iran per gli approvvigionamenti oil italiani

Nel 2017 la Repubblica Islamica è stato il 4° fornitore della Penisola (11% dei volumi totali), con il maggiore incremento tendenziale della quota (+6,9 punti). In crescita anche i flussi verso la Francia

di Enrico Quintavalle*

Le tensioni registrate in Iran nelle ultime settimane, con manifestazioni di protesta che hanno interessato le principali città del Paese, ripongono all'attenzione il complesso quadro geopolitico legato agli approvvigionamenti petroliferi. Negli ultimi dodici mesi l'Italia ha importato petrolio greggio per 21.662 milioni di euro, in crescita rispetto al minimo di 17.071 mln del 2016 e riallineandosi ai valori del 2015 (21.447 mln)




 

CALENDARIO EVENTI



TUTTI I DIRITTI RISERVATI. È VIETATA LA DIFFUSIONE E RIPRODUZIONE TOTALE O PARZIALE IN QUALUNQUE FORMATO.
Privacy policy (GDPR)
www.quotidianoenergia.it