Aggiornato alle 19:13 del 25 giugno 2019

Royalty gas, l’avvocato Ue dà ragione allo Stato italiano

“Nessuna discriminazione verso Eni e Shell dall’utilizzo dell’indice QE per il 2015”. Le società hanno perso rispettivamente 8,114 e 1,237 mln € rispetto all’applicazione del Pfor

Dalla Ue arriva una prima (quanto determinante) risposta al quesito posto dal Tar Lazio alla Corte di Giustizia europea in merito alle royalty per le concessioni upstream. Secondo le conclusioni dell’avvocato generale Ue




 

CALENDARIO EVENTI





TUTTI I DIRITTI RISERVATI. È VIETATA LA DIFFUSIONE E RIPRODUZIONE TOTALE O PARZIALE IN QUALUNQUE FORMATO.
Privacy policy (GDPR)
www.quotidianoenergia.it