Aggiornato alle 09:00 del 6 dicembre 2019

Petrolio, novembre di contraddizioni

Prezzi in aumento ma mercato dei prodotti debole e margini di raffinazione ai minimi dell’anno. Futuri ancora in “backwardation” per le scarse aspettative di rialzi nei prossimi mesi

di Vittorio D'Ermo

Un primo elemento ha riguardato il mercato dei futuri, dove a partire da ottobre gli operatori a più forte motivazione  speculativa hanno attivato una corrente di acquisti di posizioni lunghe a scapito di quelle corte, modificando così la tradizionale composizione dei loro portafogli




 

CALENDARIO EVENTI





TUTTI I DIRITTI RISERVATI. È VIETATA LA DIFFUSIONE E RIPRODUZIONE TOTALE O PARZIALE IN QUALUNQUE FORMATO.
Privacy policy (GDPR)
www.quotidianoenergia.it