Aggiornato alle 18:20 del 6 luglio 2020

Rimborso addizionali accise elettricità, focus sui risvolti giuridici

Una vicenda che, dopo la sentenza della Cassazione, rischia di essere lunga e dispendiosa per tutte le parti in causa. Sarebbe dunque auspicabile una soluzione normativa o interpretativa

di Arnaldo Salvatore e Francesco Piron*

La Corte di Cassazione, con una recente sentenza (Cass. n. 27101/2019), ha affermato che l’addizionale provinciale alle accise sull’energia elettrica di cui al D.L. n. 511/1988, art. 6, successivamente abrogata nel 2012, andava in realtà disapplicata sin dall’epoca dell’entrata in vigore della Direttiva UE n. 118/2008 (recante la disciplina generale in tema di accisa): ciò in ragione del “contrasto con l’art. 1 p. 2 della direttiva n. 2008/118/CE, per come interpretata dalla Corte di giustizia UE rispettivamente con le sentenze 5 marzo 2015, in causa C-553713, e 25 luglio 2018, in causa C-103/17”




 

CALENDARIO EVENTI





TUTTI I DIRITTI RISERVATI. È VIETATA LA DIFFUSIONE E RIPRODUZIONE TOTALE O PARZIALE IN QUALUNQUE FORMATO.
Privacy policy (GDPR)
www.quotidianoenergia.it