Aggiornato alle 17:03 del 3 giugno 2020

Il marzo nero dell’economia: “ultima chiamata” per l’Europa

La Ue tentenna davanti all’emergenza Coronavirus, mentre i Governi nazionali varano politiche espansive senza precedenti. Intanto il lockdown si fa sentire sui consumi. Energia elettrica: analisi di due scenari

di Enrico Quintavalle*

Si prospettava, fin dalle prime fasi della crisi Covid-19, una straordinaria espansione del deficit degli stati e la necessità di politiche innovative per la gestione del debito pubblico. In una lettera al Financial Times del 25 marzo, l'ex presidente della Bce Mario Draghi indica la necessità di interventire con forza e velocità per evitare una prolungata depressione




 

CALENDARIO EVENTI





TUTTI I DIRITTI RISERVATI. È VIETATA LA DIFFUSIONE E RIPRODUZIONE TOTALE O PARZIALE IN QUALUNQUE FORMATO.
Privacy policy (GDPR)
www.quotidianoenergia.it