Aggiornato alle 17:16 del 6 maggio 2021

E-mobility, il dilemma Ue della qualificazione Iva delle operazioni di ricarica

Il Comitato Iva dovrà pronunciarsi sulle questioni sottoposte dall’Italia su cui la Commissione ha già espresso opinione contraria. Le possibili ripercussioni

di Fabio Antonio Bertucci* e Michele Ferrari*

La corsa alla riduzione (eliminazione) delle emissioni CO2 – obiettivo peraltro primario nei programmi di "Next Generation" dell’Ue e delle politiche climatiche oggetto del G20 – ha comportato una significativa accelerazione al mercato dell’E-mobility e, in particolare, alle infrastrutture di ricarica dei veicoli elettrici accessibili al pubblico




 

CALENDARIO EVENTI





TUTTI I DIRITTI RISERVATI. È VIETATA LA DIFFUSIONE E RIPRODUZIONE TOTALE O PARZIALE IN QUALUNQUE FORMATO.
Privacy policy (GDPR)
www.quotidianoenergia.it