Aggiornato alle 18:39 del 6 dicembre 2021

Idroelettrico, il Governo rinuncia a impugnativa legge Lombardia

Palazzo Chigi: “Superate le censure di illegittimità rilevate”. Fontana: “Ad oggi in Regione scadute 20 concessioni, altre 40 scadranno entro il 2029"

Il Governo rinuncia all’impugnativa totale della legge della Lombardia n. 5 del 2020, recante: “Disciplina delle modalità e delle procedure di assegnazione delle concessioni di grandi derivazioni idroelettriche”, in quanto la Regione – spiega una nota di Palazzo Chigi – “con successivo provvedimento, ha apportato modifiche alle disposizioni oggetto di impugnativa che consentono di ritenere superate le censure di illegittimità rilevate”




 

CALENDARIO EVENTI





TUTTI I DIRITTI RISERVATI. È VIETATA LA DIFFUSIONE E RIPRODUZIONE TOTALE O PARZIALE IN QUALUNQUE FORMATO.
Privacy policy (GDPR)
www.quotidianoenergia.it