Aggiornato alle 18:54 del 19 gennaio 2022

Upstream, la Corte Ue boccia il ricorso della Puglia

“Le norme comunitarie non impongono limiti alle superfici da assegnare al singolo operatore, ma la Via deve tenere conto dell’effetto cumulativo dei progetti”

“Una normativa nazionale che prevede un limite massimo all’estensione dell’area oggetto di un permesso di ricerca di idrocarburi, ma non vieta espressamente di rilasciare a uno stesso operatore più permessi per aree contigue che insieme coprano una superficie superiore a detto limite, è conforme al diritto dell’Unione”. Lo ha stabilito la Corte di Giustizia Ue




 

CALENDARIO EVENTI





TUTTI I DIRITTI RISERVATI. È VIETATA LA DIFFUSIONE E RIPRODUZIONE TOTALE O PARZIALE IN QUALUNQUE FORMATO.
Privacy policy (GDPR)
www.quotidianoenergia.it