Aggiornato alle 16:42 del 27 giugno 2022

La mossa di Gazprom scompagina il quadro dei mercati energetici

La riduzione dei flussi mette in difficoltà l’Europa e minimizza le perdite della Russia. Urgente una nuova strategia e un piano di razionamento per l’inverno. A cura di Energy Advisors

Con una mossa a sorpresa Gazprom ha scompaginato completamente il quadro dei mercati energetici, prima quello del gas ed a ruota quello elettrico. L’annuncio di un taglio delle forniture alla Germania attraverso il Nord Stream 1 prima del 40%, poi di un ulteriore 33%, che porta la riduzione dei flussi al 60% ed a seguire la comunicazione all’Eni di un taglio delle consegne a Tarvisio del 15%




 

CALENDARIO EVENTI





TUTTI I DIRITTI RISERVATI. È VIETATA LA DIFFUSIONE E RIPRODUZIONE TOTALE O PARZIALE IN QUALUNQUE FORMATO.
Privacy policy (GDPR)
www.quotidianoenergia.it