Aggiornato alle 11:28 del 1 ottobre 2022

Transizione, l’idrico investe 2,7 mld € ma chiede certezze

Presentato il rapporto annuale dell’Osservatorio Agici. L’a.d. Carta: “Servono operatori industriali, tecnologicamente avanzati e robusti finanziariamente”. Cavriani (EF): “Le utility puntino su efficienza, Fer e biogas”. Le analisi dei gestori con i nodi bollette e burocrazia

di Antonio Junior Ruggiero

(Dall'inviato) - I gestori idrici hanno colto la sfida della transizione ecologica e per vincerla hanno deciso di investire 2,7 miliardi di euro tra 2018 e 2023. Intanto, però, i costi energetici volano con una spesa per queste utility che passerà dai 900 milioni di euro del 2019 a 1,5 mld € stimati quest’anno.




 

CALENDARIO EVENTI





TUTTI I DIRITTI RISERVATI. È VIETATA LA DIFFUSIONE E RIPRODUZIONE TOTALE O PARZIALE IN QUALUNQUE FORMATO.
Privacy policy (GDPR)
www.quotidianoenergia.it