Aggiornato alle 18:08 del 21 maggio 2024

I prezzi energetici frenano l’inflazione, ma rimangono ben oltre i livelli pre-crisi

Andamento superiore del 53% a quello del 2019. Prosegue la stretta monetaria: tassi per le imprese +329 punti base in un anno, tornati sui livelli del 2008

di Enrico Quintavalle*

La stretta monetaria sta proseguendo, rischiando di mettere il freno a mano all'economia italiana e dell’Eurozona, quest’ultima già caduta in recessione tecnica. L'inflazione scende, con una stabilizzazione dei prezzi dell'energia, ma che rimangono del 53% superiori a quelli del 2019. Con l’aumento di tassi e costi dell'energia salgono gli utili di banche e imprese energetiche




 

CALENDARIO EVENTI





TUTTI I DIRITTI RISERVATI. È VIETATA LA DIFFUSIONE E RIPRODUZIONE TOTALE O PARZIALE IN QUALUNQUE FORMATO.
Privacy policy (GDPR)
www.quotidianoenergia.it