Aggiornato alle 17:39 del 3 luglio 2020

Rischi pandemici nell’energia, ecco le buone pratiche Ue

Salvaguardare clienti vulnerabili, dichiarare il settore energetico “servizio essenziale”, considerare l’impatto economico sulle società, i subappaltatori e gli investitori

“L’attuale crisi ha dimostrato l’importanza di considerare nei piani di preparazione anche scenari estremi”. Lo sottolinea la Commissione Ue nel documento “Sicurezza energetica: buone pratiche per affrontare i rischi pandemici”




 

CALENDARIO EVENTI





TUTTI I DIRITTI RISERVATI. È VIETATA LA DIFFUSIONE E RIPRODUZIONE TOTALE O PARZIALE IN QUALUNQUE FORMATO.
Privacy policy (GDPR)
www.quotidianoenergia.it