Aggiornato alle 17:36 del 22 gennaio 2021

La grande volatilità dello spread tra i prezzi Italia e Ue

Per trovare una spiegazione guardare alle Fer. Si conferma una flessione dei consumi del 5% su base annua: a limitare i danni le attività terziarie rimaste in esercizio. A cura di Energy Advisors

Rispetto alla settimana scorsa i consumi presentano segnali di un lieve miglioramento, crescendo del 2,75%, probabilmente per ragioni climatiche. Per quanto sinora l’autunno sia stato particolarmente mite, con temperature superiori alla media, c’è stato un qualche inasprimento negli ultimi giorni che spiega la modesta salita della domanda




 

CALENDARIO EVENTI





TUTTI I DIRITTI RISERVATI. È VIETATA LA DIFFUSIONE E RIPRODUZIONE TOTALE O PARZIALE IN QUALUNQUE FORMATO.
Privacy policy (GDPR)
www.quotidianoenergia.it