Aggiornato alle 17:58 del 28 luglio 2021

Il puzzle della politica monetaria

A giugno segnali di rallentamento dell’inflazione ma prosegue la spinta dei prezzi delle commodity. Prestiti per settore energia e utility in negativo

di Enrico Quintavalle*

A giugno l’inflazione si stabilizza all'1,3%, in linea con il mese precedente. La crescita dei prezzi rimane sostenuta dai beni energetici mentre la componente di fondo - al netto di energia e alimentari freschi - segna un più limitato +0,3%, in salita di un decimo di punto rispetto al +0,2% di maggio. Il confronto internazionale che Eurostat ha pubblicato venerdì scorso indica un’inflazione dell’1,9% in Eurozona (era +2% a maggio) e del 2,1% in Germania (era +2,4% a maggio)




 

CALENDARIO EVENTI





TUTTI I DIRITTI RISERVATI. È VIETATA LA DIFFUSIONE E RIPRODUZIONE TOTALE O PARZIALE IN QUALUNQUE FORMATO.
Privacy policy (GDPR)
www.quotidianoenergia.it